aziende

POSSONO LE ASSOCIAZIONI FARSI PUBBLICITÀ? SCOPRIAMOLO INSIEME

Posted by on gen 31, 2017 in associazioni, aziende, economia italiana, Slider | 0 comments

Le associazioni non possono farsi pubblicità o, per essere più precisi, le associazioni possono farlo se promuovono la loro attività istituzionale: approfondiamo insieme la delicata questione pubblicitaria in ambito associazionistico. Partiamo dal presupposto che il termine PUBBLICITÀ è riservato alle aziende, ossia a chi, con i vari mezzi economici a propria disposizione, utilizza la promozione pubblicitaria per ampliare il pacchetto clienti procacciandone di nuovi. Le Associazioni, invece, realizzando la propria attività istituzionale in modo gratuito e no profit e rivolgendosi AI...

Read More

2X1000 ai partiti politici: lista degli ammessi ai benefici.

Posted by on mar 19, 2015 in aziende, imprenditoria giovanile, privati, Slider | 0 comments

Pronto l’elenco dei partiti politici cui è possibile destinare volontariamente il due per mille della propria Irpef relativa ai redditi 2014. La scelta del contribuente, a favore di uno solo dei possibili destinatari, avverrà apponendo sulla scheda la propria firma in corrispondenza della formazione che intende sostenere. La scelta, esercitabile a favore di un unico partito politico, potrà essere effettuata utilizzando la scheda contenuta nei modelli di dichiarazione dei redditi 730 e Unico Persone fisiche 2015, disponibile in formato elettronico sul sito dell’Agenzia delle...

Read More

Dopo il CU il 730 Precompilato: dirittura d’arrivo.

Posted by on mar 9, 2015 in aziende, privati, Slider | 0 comments

Cu 2015: trasmissione al debutto. C’è tempo fino a lunedì 9 marzo. I dati confluiranno nella precompilata, per la quale sono già arrivate al Fisco informazioni per più di 100 mln di operazione rilevanti e quasi 19 mln di certificazioni uniche. La “Certificazione unica”, protagonista indiscussa, insieme alla precompilata, delle dichiarazioni dei redditi 2015, si confronta, per la prima volta, con la seconda scadenza annuale che la riguarda: i sostituti d’imposta hanno tempo fino al 9 marzo per trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate i modelli “Cu 2015”...

Read More

Ritorna il regime dei minimi al 5% per tutto il 2015, bloccato aumento INPS Gestione separata.

Posted by on feb 18, 2015 in aziende, imprenditoria giovanile, Slider | 0 comments

Stop all’aumento dei contributi per le partite Iva senza cassa. E ritorno, in parte, al regime dei minimi pre legge di Stabilità 2015. Nel primo caso l’aliquota contributiva resta per i lavoratori iscritti alla gestione separata Inps del 27% anche per il 2015, e l’aumento sarà graduale del 28% per il 2016 e del 29% per il 2017. Le novità per il regime dei minimi è la possibilità per le piccole partite Iva di continuare ad avvalersi del meccanismo agevolato previsto dal dl n. 98/2011. Chi ha un fatturato fino a 30 mila euro annui potrà quindi scegliere se utilizzare il nuovo...

Read More

Gestione Separata INPS: dal 2015 l’ennesima batosta per i professionisti.

Posted by on gen 26, 2015 in aziende, imprenditoria giovanile, Slider | 0 comments

Dopo l’auto goal del nuovo regime forfettario, la Legge di Stabilità ha confermato l’aumento delle aliquote contributive per i lavoratori che  appartengono alla Gestione Separata INPS costretti a versare il 30,72%, un aumento di 3 punti percentuali rispetto allo scorso anno. Confermando così la suddetta gestione come la più cara in termini di costi contributivi, in quanto meno elevato l’aumento delle aliquote per i lavoratori che rientrano nella gestione artigiani e commercianti, che verseranno, rispettivamente, il 22,29 e il 22,74% e se iscritti al regime dei minimi...

Read More

Studio di settore al tramonto.

Posted by on gen 20, 2015 in aziende, economia italiana, Slider | 0 comments

Nessuno crede più agli studi di settore. Non ci credono più i contribuenti che negli ultimi anni hanno smesso di adeguarsi alle risultanze di Gerico, ma soprattutto non ci crede più l’Agenzia delle entrate che ha praticamente cessato di utilizzare gli studi di settore come metodologia di accertamento induttivo. Gli ultimi dati diffusi in materia dalla Corte dei conti, relazione sugli effetti dell’azione di controllo fiscale in termini stabilizzazione della maggiore tax compliance del novembre scorso, parlano molto chiaro. Meno del dieci per cento dei contribuenti nell’anno 2013...

Read More