Fattura elettronica per tutti i soggetti IVA dal 2019

Posted by on apr 3, 2018 in aziende, economia italiana, Slider | 0 comments

Fattura elettronica per tutti i soggetti IVA dal 2019

La legge di bilancio 2018 prevede l’estensione della fattura elettronica a tutti i soggetti IVA, dal 1°gennaio 2019, al fine di contrastare efficacemente evasione fiscale e frodi.

L’obbligo di fatturazione elettronica è esteso a tutti i soggetti IVA a partire dal 1° gennaio 2019, con particolare attenzione al comma 909. Questo prevede infatti che vengano emesse esclusivamente fatture elettroniche per cessioni di beni, prestazioni di servizi e relative variazioni tra soggetti: residenti, stabiliti e identificati nel territorio dello Stato. In questa maniera verrà razionalizzato il procedimento di fatturazione e registrazione, mentre sono esonerati da tali disposizioni solo i soggetti che operano in regime di vantaggio e coloro che applicano il regime forfettario.

La trasmissione telematica deve essere effettuata entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello della data del documento emesso, o a quello della data di ricezione del documento comprovante l’operazione. L’emissione di fatture con modalità diverse da quelle elettronica sarà considerata non emessa e come tale sarà sanzionata.

C’è tuttavia una possibilità che agevola gli operatori economici: possono avvalersi di intermediari per la trasmissione delle fatture elettroniche, come studi commercialistici e contabili, ferme restando le responsabilità del soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio.

Questo obbligo ridurrà di 2 anni i termini per l’accertamento per i soggetti che garantiscono tracciabilità dei pagamenti ricevuti e effettuati sopra i 500 euro. Per quanto riguarda la fatturazione elettronica verso i consumatori finali, la norma chiarisce queste sono rese disponibili ai consumatori stessi dai servizi telematici dell’Agenzia delle entrate; una copia in formato analogico sarà messa a disposizione direttamente da chi emette la fattura. È comunque facoltà dei consumatori rinunciare alla copia elettronica o in formato analogico della fattura.