Gestione Separata INPS: dal 2015 l’ennesima batosta per i professionisti.

Posted by on gen 26, 2015 in aziende, imprenditoria giovanile, Slider | 0 comments

Gestione Separata INPS: dal 2015 l’ennesima batosta per i professionisti.

Dopo l’auto goal del nuovo regime forfettario, la Legge di Stabilità ha confermato l’aumento delle aliquote contributive per i lavoratori che  appartengono alla Gestione Separata INPS costretti a versare il 30,72%, un aumento di 3 punti percentuali rispetto allo scorso anno.

Confermando così la suddetta gestione come la più cara in termini di costi contributivi, in quanto meno elevato l’aumento delle aliquote per i lavoratori che rientrano nella gestione artigiani e commercianti, che verseranno, rispettivamente, il 22,29 e il 22,74% e se iscritti al regime dei minimi sono esonerati dal versamento sul minimale contributivo, a partire da quest’anno.

Parliamo di una vera e propria bomba fiscale che lo Stato è pronto a scagliare dal 2015 su giovani under 35 anni, disoccupati, inoccupati, lavoratori in mobilità che hanno utilizzato il regime fiscale dei superminimi e la gestione separata come un’opportunità “conveniente” per costruirsi da soli, con le proprie mani una professione o addirittura inventato un lavoro laddove l’offerta di lavoro non c’era.