POSSONO LE ASSOCIAZIONI FARSI PUBBLICITÀ? SCOPRIAMOLO INSIEME

Posted by on gen 31, 2017 in associazioni, aziende, economia italiana, Slider | 0 comments

POSSONO LE ASSOCIAZIONI FARSI PUBBLICITÀ? SCOPRIAMOLO INSIEME

Le associazioni non possono farsi pubblicità o, per essere più precisi, le associazioni possono farlo se promuovono la loro attività istituzionale: approfondiamo insieme la delicata questione pubblicitaria in ambito associazionistico.

Partiamo dal presupposto che il termine PUBBLICITÀ è riservato alle aziende, ossia a chi, con i vari mezzi economici a propria disposizione, utilizza la promozione pubblicitaria per ampliare il pacchetto clienti procacciandone di nuovi.

Le Associazioni, invece, realizzando la propria attività istituzionale in modo gratuito e no profit e rivolgendosi AI SOLI ASSOCIATI, di qualsiasi natura esse siano (ASD, APS, ONLUS, CULTURALI, ecc.) non possono procacciare “clienti”, bensì “nuovi associati” per poter condividere anche con loro la realizzazione del loro obiettivo istituzionale.

Ecco perchè quando il Fisco nelle sue declinazioni (Guardia di Finanza, Agenzia delle Entrate, SIAE) decide di controllare un’Associazione, va per prima cosa sul sito Internet o sui social dell’Associazione stessa e verifica che tipo di attività viene svolta, se effettivamente viene svolta attività “istituzionale ed eventualmente commerciale” (quest’ultima strettamente connessa alla realizzazione delll’istituzionale), per valutare se effettivamente viene utilizzato lo strumento associativo in modo no-profit o se, come in taluni casi, lo stesso viene utilizzato per camuffare celate attività commerciali.

Nell’ipotetico caso di un’associazione che propone corsi di arti marziali, un esempio chiaro di come una pubblictà NON DEV’ESSERE è il seguente:

VIENI ANCHE TU AD IMPARARE IL KARATE CON CORSI SEMESTRALI A SOLI € 500!

Ed ecco invece come dovrebbe apparire:

DIVENTA NOSTRO SOCIO! POTRAI IMPARARE L’ARTE DEL KARATE

CON € 500 DI RIMBORSO SPESE!

È consigliato nella promozione pubblicitaria, specificare anche:

  • che l’ingresso alle strutture è strettamente riservata ai soci
  • che l’attività svolta è riservata ai soli soci
  • se l’associazione è affiliata a qualche Federazione, è bene appore il logo della stessa

Per una consulenza o ulteriori informazioni non esitate a contattarci, lo Studio Cabras è il vostro riferimento in qualità di studio contabile specializzato in Associazionismo e Terzo settore